Oltre alle ordinarie operazioni di recupero hardware, sviluppo software ed elettronica, nel Team si svolgono anche altre attività più creative.

Il riuso creativo nasce con lo scopo di recuperare quell’hardware così vecchio o rovinato da non essere più impiegabile per i suoi scopi originali ma che può essere utilizzato in modi “alternativi”.

Data la vasta gamma di componenti che arrivano in laboratorio, non è difficile inventarsi qualche progetto artistico o di intrattenimento!

Cabinato

Il progetto del cabinato nasce con l’idea di “rivivere” l’esperienza dei vecchi titoli arcade delle sale giochi riutilizzando vecchie componenti che ormai non sono più sufficientemente potenti da poter essere impiegate per altri scopi.

Tutto il materiale impiegato nel progetto è di recupero (escluse vernici,  controlli e viteria).

Servendoci di software CAD tridimensionale, abbiamo cominciato col delineare il progetto, disegnando ogni singolo componente da costruire ed assemblare.

Successivamente, abbiamo cominciato a raccogliere il materiale necessario per la realizzazione del progetto:

  • Legno di recupero (pallet, imballaggi, vecchi mobili, …)
  • Una vecchia scheda madre (modello)
  • Una vecchia CPU (modello)
  • 2 GB di RAM DDR (più che sufficenti per il nostro scopo)

Recuperato il necessario, ci siamo messi al lavoro per costruire ogni singolo pezzo e poco alla volta gli abbiamo assemblati per ottenere la struttura di base.

Fatto ciò, per correggere tutti i vari difetti di produzione, legati alla scarsa qualità del materiale e degli strumenti a nostra disposizione, abbiamo applicato dello stucco per legno e rivestito con smalto.

Per la parte elettronica abbiamo impiegato:

  • 1 monitor CRT
  • 1 scheda madre ATX
  • 1 CPU – Intel Core 2 Duo
  • 2 RAM DDR da 512 Mb l’una (per un totale di 1 Gb)
  • 1 scheda video con uscita composita
  •  1 alimentatore
    Come sistema operativo abbiamo installato Arch Linux e lo abbiamo impostato in modo tale da eseguire automaticamente e unicamente la piattaforma di emulatori RetroArch, nella quale abbiamo installato vari giochi arcade open source.

    Logo di recupero

    Il logo di recupero è stato pensato come introduzione ai nostri video su YouTube ed è stato realizzato con una serie di componenti elettronici rotti, recuperati da schede non funzionanti o da altri dispositivi.

    Raccolti tutti i pezzi, abbiamo ideato e realizzato questo stopmotion!

    Allinone

    Allinone è un pc all-in-one realizzato con componenti di recupero all’interno di un vecchio schermo CRT (a tubo catodico).

    Siamo partiti da uno schermo CRT rotto e da un portatile rovinato ed inutilizzabile come tale ma con l’elettronica ancora funzionante.

    Una volta rimosso il vuoto all’interno dello schermo, caratteristica tipica di questi dispositivi che può renderli pericolosi se maneggiati con poca cura, abbiamo rimosso tutta l’elettronica e lo schermo stesso dalla carcassa e vi abbiamo inserito l’elettronica del portatile e il suo monitor LCD originale.

    Successivamente abbiamo installato il sistema operativo e reso funzionante il “nuovissimo” dispositivo!